Pagina iniziale
Aula Didattica "G. Taliercio"
Frequently Asked Questions
Utilizzo dell'aula
Introduzione all'uso del laboratorio
I componenti hardware del PC
Brevi note su Linux
FAQ
Editor disponibili
Applicazioni grafiche
Miniguida introduttiva a Matlab
Uso delle stampanti
Stampare più pagine per foglio con KGhostView
Elenco dei manuali

Risposte alle domande più frequenti:


Come faccio ad uscire dalla sessione?

Quando si ha finito di lavorare nella propria sessione bisogna uscire ed è assolutamente proibito spegnere i computer.
Se si sta utilizzando Gnome basta andare su Desktop, nella barra superiore, quindi Termina sessione ed infine OK.
Se si utilizza KDE basta andare in basso a destra, sul cappello rosso, Termina sessione, quindi Termina la sessione corrente.


Qual è il mio indirizzo di posta elettronica?

L'indirizzo e-mail dell'aula Taliercio è

login@adt.unipd.it,

ad esempio l'indirizzo e-mail dell'utente gim78 è gim78@adt.unipd.it.


Come faccio a stampare un file?


Sulle stampanti laser (print1, print2 e print3) è possibile mandare in stampa file di testo, file postscript (caratterizzati di solito dall'estensione .ps) e file pdf (.pdf).

I file di altro tipo (.doc, .sdw ad esempio) non possono essere stampati direttamente, ma devono prima essere convertiti da un'apposita applicazione in file postscript.

I comandi per stampare sono, rispettivamente:

print1 file_da_stampare

print2 file_da_stampare

print3 file_da_stampare

Per la stampa è prevista, per ogni login, una quota proporzionale alla durata del periodo di laboratorio (corrispondente a circa 30 fogli a settimana).


Come faccio a stampare un file .pdf?

I file .pdf possono essere stampati direttamente sulle stampanti dell'Aula, utilizzando i comandi di stampa sopra descritti.


Non riesco a stampare un file postscript. Quale può essere il problema?

Molto spesso i file postscript possono essere di dimensioni eccessive rispetto a quelli che le stampanti possono gestire. Questo accade soprattutto per file contenenti immagini. In tal caso è opportuno ripetere l'operazione di stampa mandando in stampa poche pagine per volta, in modo da completare la stampa del file in fasi successive. Per farlo è sufficiente aprire il file con una delle applicazioni che lo gestiscono, marcare le pagine da stampare ed effettuare una stampa dall'applicazione stessa.

Spesso i file postscript prevedono di utilizzare un formato di carta "Letter", lo standard americano. Per usare le stampanti dell'aula, invece, è necessario avere dei file con un formato di carta "A4". Per ovviare al problema si può aprire il file postscript con un'applicazione opportuna (gv o kghostview) e modificare la dimensione della carta.

  1. con gv:
    si può cambiare il formato della carta dal menu che compare nella parte alta della finestra dell'applicazione:
    basterà poi stampare il documento usando gli appositi pulsanti sulla sinistra della finestra pricipale. Alla richiesta del comando di stampa specificare:

    lpr -Pstampante

    dove stampante può essere print1, print2 o print3

    .
  2. con kghostview:
    per cambiare il formato del documento, dal menu "Visualizza" scegliere la voce "Dimensione carta" quindi selezionare la voce "A4".
    Stampare poi il documento dall'applicazione, utilizzando la voce "Stampa" dal menu "File", oppure l'icona corrispondente nella barra degli strumenti.


Quanto spazio disco ho a disposizione?

La quota disco per ogni utente è di 50M; per sapere lo spazio da te occupato usa il comando

du

senza parametri per vedere lo spazio occupato da ogni directory in kilobyte,

du -s

per vedere lo spazio totale occupato sempre in kilobyte;

man du

fornisce la sintassi completa del comando.


Posso avere temporaneamente più spazio disco?

Puoi utilizzare la directory

/tmp

presente su ogni macchina quando la tua quota disco non è sufficiente; questa però è una directory temporanea, ogni tanto viene cancellata.


Ho esaurito la quota di spazio su disco. Cosa posso fare?

Puoi cancellare alcuni files inutili, come quelli della cache dei browser che normalmente usi. netscape conserva molte delle pagine che hai visitato nella directory .netscape/cache e può occupare molto spazio. I files che si trovano in tale directory possono essere cancellati, e puoi farlo con i comandi seguenti:

cd

cd .netscape/cache

rm -rf *

Quest'ultimo comando è molto potente: cancella definitivamente tutti i file e le directory che si trovano, a partire dalla directory in cui ci si trova. Controlla quindi sempre di trovarti nella cartella giusta prima di eseguirlo.
Infine, puoi tornare nella tua home semplicemente con il comando:

cd

Se usi mozilla, il secondo comando diventa qualcosa del tipo:

cd .mozilla/utente/nomedir.slt/Cache

mentre se usi konqueror il secondo comando diventa:

cd .kde/share/apps/kio_http/cache/

oppure

cd .kde/share/cache/http/


Come si usa il floppy?

Per accedere ai floppy occorre usare i comandi mcopy, come nella seguente tabella:

per copiare un file su un dischetto
mcopy nomefile a:
per copiare un file da un dischetto
mcopy a:nomefile .
per visualizzare il contenuto di un dischetto
mdir
per cancellare un file sul dischetto
mdel a:nomefile
per copiare una directory sul dischetto
mcopy -/ nomedirectory a:
per copiare una directory dal dischetto
mcopy -/ a:nomedirectory .
per entrare in una directory presente sul dischetto
mcd a:nomedirectory
per creare una directory sul dischetto
mmd a:nomedirectory
per formattare un dischetto
mformat a:


È possibile unire insieme files e directories in un unico file compresso?

potete raggruppare piú files e/o directories in un unico file (detto Archivio) compresso, con questo comando:

tar zcvf nome.tgz file1 ... fileN dir1 ... dirM

verrà creato un file di nome nome.tgz, compresso con gzip contenente tutti i files indicati, directories e sottodirectories comprese. Le lettere zcvf significano, rispettivamente: Zippato (cioè compresso) Crea (stiamo Creando un archivio), Verboso (mostra su schermo la sequenza di operazioni compiute), File (l'archivio viene creato in un file).

In ambiente Windows questo file si può decomprimere usando, per esempio, WinZip.

Per recuperare i files dall'archivio è sufficiente il comando:

tar zxvf nome.tgz

Esempio: un utente vuole creare un archivio con i suoi programmi in C e alcuni pdf:

tar zcvf prog-lez.tgz programmi/*.[cC] Lezione[1-3].pdf

crea un archivio compresso con tutti i files il cui nome termina per .c oppure .C nella cartella programmi e i files pdf nella directory corrente di nome Lezione1.pdf Lezione2.pdf Lezione3.pdf , se esistono.


Qual è il comando per copiare un file su un dischetto (o da un dischetto)?

Il comando è mcopy, seguito dal nome del file e la destinazione prescelta:

mcopy prova.cc a:.

Per copiare, invece un file dal floppy alla propria area di lavoro:

mcopy a:prova.cc ..

Per copiare tutti i file del floppy nella propria area di lavoro:

mcopy a:* ..


Qual è il comando per copiare su un dischetto (o da dischetto) una directory con tutto il suo contenuto?

Se si vuole copiare su floppy una directory con tutto il suo contenuto, basta usare l'opzione -/ ; il comando diventa allora:

mcopy -/ directory a:

Analogamente se si vuole copiare da floppy una directory con tutto il suo contenuto:

mcopy -/ a:directory .

I comandi per la gestione dei dischetti si possono ottenere mediante

man mtools.


Ho un file di n mega: come faccio a dividerlo, per poi copiarlo su dischetti?

Usa Il comando

split -b 1423k

seguito dal nome del file e dalla radice dei nomi dei file da produrre

(split -b 1423k esempio.tgz esempio.);

in questo modo, vengono creati dei file di nome esempio.aa, esempio.ab, ..... della dimensione adatta ad essere contenuta in un dischetto. Per consultare il manuale di questo comando, usare

man split.


Ho diviso un file su più dischetti; come faccio a ricomporlo?

Copia i vari file "splittati" in una directory del disco fisso; se lavori in DOS (o finestra MS-DOS di Win95) dai il comando:

copy /b file1+file2+...+fileN file.tot

dove file.tot è il nome del file originale.
Se lavori in Linux, dai il comando:

cat file1 file2 ... fileN > file.tot


Ho editato un file DOS con un editor di Linux; alla fine di ogni riga compare un ^M: cosa fare per eliminarlo?

Questo problema è dovuto alla diversa convenzione sulla terminazione delle righe nei due sistemi operativi. Il comando dos2unix (dos to unix) converte un file testo DOS in un file UNIX:

dos2unix file.dos

legge file.dos e lo converte in formato Unix; il comando

unix2dos file.unix

chiaramente fa l'inverso.


Posso cambiare la mia password?

La stessa login normalmente è condivisa da due studenti; per evitare che uno dei due non riesca a collegarsi, il comando per la modifica della password,

passwd,

è stato disabilitato.


Con il mio codice di accesso posso collegarmi solamente nella macchina assegnata all'inizio del corso ?

Con il tuo codice (account) puoi collegarti in qualsiasi macchina dell'aula, digitando sempre la tua login e la tua password.


Lavoriamo in coppia con due login diverse. Come facciamo a copiare i file creati dallo spazio di lavoro di un utente a quello di un altro?

I modi più semplici per copiare un file da un'area di lavoro ad un'altra sono: spedirlo via posta elettronica oppure copiarlo attraverso un floppy.
In alternativa è possibile utilizzare il comando:

scp filedacopiare1 ... filedacopiareN nomealtroutente@adtXX:

dove a nomealtroutente occorre sostituire la login del compagno e ad adtXX il nome del PC su cui si lavora.
Alla richiesta di password, si dovrà digitare quella di nomealtroutente.

Per copiare un'intera directory si aggiunge l'opzione -r :

scp -r nomedirectory nomealtroutente@adtXX:


Ho un account su una macchina dell'ateneo. Come posso accedervi?

È possibile accedere ad una macchina esterna tramite il comando slogin:

slogin utente@nomemacchina

Per trasferire files da/a tale macchina si può usare il comando scp (vedi domanda precedente.

Data ultima modifica: 09/02/2004